Speciali “coperte” potrebbero aiutare a sciogliere mostruosi cumuli di neve più rapidamente

Enormi e sporchi mucchi di neve possono intasare i parcheggi per settimane.

Un aratro che rimuove la neve.
Un aratro che rimuove la neve. Aeronautica americana

Nei giorni successivi alla tempesta invernale del 2016, Jonas seppellì l’Atlantico centrale sotto mezzo metro di neve, Jonathan Boreyko si ritrovò a cercare invano un parcheggio nel campus della Virginia Tech, dove si trovava insegna. La maggior parte degli spazi non erano occupati dalle auto, ma da enormi cumuli di neve. "Circa un terzo dei punti erano bloccati da giganteschi cumuli di neve creati dagli spazzaneve", ha ricordato. "Questi cumuli di neve possono durare settimane."

Anche molto tempo dopo che gli spazzaneve hanno terminato il loro lavoro, i cumuli di neve spesso rimangono un problema. Si allineano ai lati delle strade, rendendo impossibile il parcheggio, oppure barricano le auto parcheggiate, rendendo impossibile l'uscita. Ostruiscono le strisce pedonali e coprono i campi sportivi, l'ultimo piano dei parcheggi, i prati e i marciapiedi residenziali. Dopo qualche giorno, se non si interviene, diventano anche sporchi e antiestetici.

Cumuli di neve lasciati dagli spazzaneve in un parcheggio di WallKill, New York, dopo un norâeaster del 2013.
Cumuli di neve lasciati dagli spazzaneve in un parcheggio di WallKill, New York, dopo un nor'easter del 2013. Wikipedia

Molte città soggette a neve trasportano la neve nei siti di smaltimento o utilizzano riscaldatori a gas per scioglierla, metodi che richiedono molto lavoro, richiedono tempo e sono costosi. Alcuni luoghi scaricano fuliggine, sale o altri prodotti per accelerare lo scioglimento, il che può farlo contaminare le falde acquifere e il suolo e, nel caso del sale, bruciare le zampe dei cani.

La neve fresca riflette la maggior parte della luce solare che la colpisce e rimanda gran parte del calore proveniente da quei raggi verso il cielo. Di conseguenza, a volte un grosso cumulo di neve può impiegare settimane per sciogliersi, anche quando la temperatura dell’aria supera lo zero.

“Mi sono reso conto che lo scioglimento della neve è inefficiente perché il ghiaccio è molto riflettente e mi sono chiesto se esistesse un modo semplice per farlo neve più assorbente", ha detto Boreyko, un assistente professore presso il dipartimento di ingegneria biomeccanica e meccanica della Virginia. Tecnologia. "Probabilmente aiuta anche il fatto che io sia cresciuto nel New Hampshire, dove i cumuli di neve possono essere alti 15 piedi e la neve sulle montagne può sopravvivere anche nei mesi estivi."

Fu allora che mi venne l’idea. Lui e i suoi colleghi hanno deciso di creare qualcosa che potesse sciogliere rapidamente la neve senza danneggiare l’ambiente e non costerebbe troppo.

(a) L'elevata riflettività della neve fa sì che si sciolga lentamente anche durante i periodi caldi e soleggiati. (b) La coltre di neve termicamente assorbente di Boreyko può far sì che la neve si sciolga tre volte più velocemente.
(a) L'elevata riflettività della neve fa sì che si sciolga lentamente anche durante i periodi caldi e soleggiati. (b) La coltre di neve termicamente assorbente di Boreyko può far sciogliere la neve tre volte più velocemente. Langmuir

Hanno inventato quello che chiamano MeltMat, una coperta termicamente assorbente realizzata in una lega di alluminio e rivestito con smalto nero o vernice spray nera a base di silicone, che assorbe facilmente la luce solare. Dopo averlo testato, hanno scoperto che la loro invenzione assorbe tre volte più calore dalla radiazione solare rispetto all’alluminio nudo o alla neve scoperta lasciata sciogliere da sola. Loro studio appare nel diario Langmuir.

https://www.youtube.com/watch? v=i4ENcZf–KI

Le massicce tempeste di neve sono in aumento a causa cambiamento climatico. La frequenza di neve estrema nei due terzi orientali del paese è aumentato notevolmente nel corso dell’ultimo secolo. La seconda metà del 20° secolo ha visto circa il doppio delle tempeste di neve estreme in questa regione rispetto alla prima, secondo il rapporto Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica. Queste tempeste estreme sono alimentate da temperature superficiali dell’oceano più calde della media. Quel calore extra fa evaporare più acqua, dando più munizioni alle tempeste di neve.

“Non sono uno scienziato del clima, ma mi risulta che il cambiamento climatico stia provocando tempeste di neve più intense”, ha detto Boreyko. “Il mio amico vive a Boston, per esempio, e lì le tempeste di neve sono diventate così forti che la gente è costretta a farlo scrivi "macchina qui" nel cumulo di neve in modo che gli spazzaneve non colpiscano accidentalmente le auto nascoste sotto il mostro cumuli di neve”.

I residenti di Watertown, Massachusetts, escono da un norâeaster del gennaio 2015.
I residenti di Watertown, Massachusetts, escono da un nor'easter del gennaio 2015. Wikipedia

Il MeltMat è destinato alle regioni e alle stagioni in cui la temperatura dell'aria è sopra lo zero per parte della giornata. Altrimenti l'acqua sciolta si congelerebbe di nuovo. Dovrebbe “funzionare meglio nelle aree in cui la neve caduta gode di una buona esposizione al sole e quando la temperatura può superare lo zero durante il giorno”, ha affermato. “Quindi i parcheggi e i campi sportivi sembrano particolarmente ideali poiché ricevono la luce solare tutto il giorno, mentre i vialetti possono ricevere il sole solo per una frazione della giornata. Le città troppo a nord potrebbero non essere adatte durante i mesi invernali di punta, perché potrebbe non superare lo zero anche dopo la fine della tempesta di neve”.

Per i luoghi in cui può essere efficace, MeltMat è ecologico e piuttosto economico. “L’unico costo del nostro metodo è la fabbricazione del dispositivo, che è un foglio di alluminio spray dipinto su un lato, e il costo umano per l’implementazione e il recupero del dispositivo prima e dopo lo scioglimento della neve”, Boreyko ha detto.

“Al contrario, la città di New York spende 100 milioni di dollari all’anno in metodi attivi di trasporto e riscaldamento per la rimozione della neve”, ha aggiunto. "IL Drago delle nevi è un riscaldatore alimentato a gas che utilizza da 30 a 40 galloni all'ora per sciogliere un singolo cumulo di neve. Confrontalo con il semplice drappeggio di un grande foglio di alluminio sullo stesso cumulo di neve.

Un drago delle nevi che scioglie la neve.
Un drago delle nevi che scioglie la neve. Wikipedia

Il dispositivo ha potenzialmente valore per diversi settori, inclusi governi, aziende e case. "Per i proprietari di case, si potrebbe immaginare di far rotolare un prodotto a forma di tappetino da yoga su un vialetto o un marciapiede", ha detto Boreyko. "Uno dei vantaggi principali è per coloro che non sono fisicamente in grado di spalare la neve a causa dell'età avanzata o di una condizione medica."

“Per le auto, dove c’è troppa neve anche solo per entrare e scongelarsi, certo, il MeltMat potrebbe essere utile, ma solo se non hai fretta di partire”, ha aggiunto.

La quantità di tempo di scioglimento dipende dalle condizioni meteorologiche esterne – la temperatura dell’aria e dalla quantità di sole – nonché dallo spessore della neve. "Ma, ad esempio, i cumuli di neve nel parcheggio del Virginia Tech di solito impiegano circa dieci giorni per sciogliersi completamente, la coltre potrebbe ridurre questo tempo a circa tre", ha detto. “Per i casi in cui il cumulo di neve è molto più piccolo, ad esempio un vialetto, potresti immaginare un esempio in cui a un sottile strato di neve nuda impiegherebbe due giorni per sciogliersi, ma la coltre potrebbe scioglierlo in poche ore in una sola giorno."

Boreyko sta esplorando opzioni di licenza con diverse aziende per sviluppare il prodotto commercialmente. Poiché il dispositivo non danneggia il marciapiede o l’erba, spera che uno dei primi acquisti venga effettuato dalla sua stessa associazione di proprietari di casa.

“Pensiamo che le associazioni dei proprietari di case vorrebbero utilizzare i MeltMat perché è molto comune che i loro lavori di spalatura e aratura danneggia accidentalmente i vialetti e i marciapiedi delle case”, ha detto Boreyko, che vive in un complesso residenziale di Christiansburg, Virginia. "In effetti, questo è successo nel mio quartiere e metà dei residenti hanno fatto causa all'associazione dei proprietari di case per danni al vialetto causati dall'aratura."

Marlene Cimons scrive per Nesso Media, un newswire sindacato che copre clima, energia, politica, arte e cultura.

Ultimo post sul blog

Le migliori cucce per cani del 2023
August 03, 2023

Anche i nostri bravi ragazzi e le nostre ragazze hanno bisogno di un po' di R&R, e queste cucce daranno loro la pausa coccolosa che meritano. ...

Recensione: Control è il miglior gioco di Remedy finora e un capolavoro di ray tracing
September 22, 2023

Ingrandire/ Questo è ciò che sembra (e sembra) giocare alla follia telecinetica dell'ultimo gioco di Remedy Entertainment, Controllo.Rimedio intrat...

Per la seconda volta in assoluto, qualcuno è stato guarito spontaneamente dall'HIV
August 04, 2023

Una seconda persona con HIV sembra aver eliminato l'infezione senza trattamenti con cellule staminali, aumentando l'ottimismo per gli sforzi per sv...